"Crisi di governo italiana per il Sudtirolo tedesco"

Il ministro Leonida Bissolati si dimette

L'annessione del Sudtirolo, alla quale ambiva l'Italia, era materia di discussione nei circoli politici romani. Giá il 27 dicembre 1918 i quotidiani italiani riportavano le dimissioni del ministro dell'Assistenza Militare e Pensioni di Guerra, Leonida Bissolati. Bissolati era membro del Partito Socialista Riformista Italiano ed era favorevole di delineare le nuove frontiere italiane secondo principi etnici. Per questo era contrario alla frontiera al Brennero.

La Stampa del 29 dicembre 1918 descrive le posizioni di Bissolati:
"La verità semplicemente é questa: che l’on. Bissolati è di opinione di cedere ai croati una parte della Dalmazia, che il trattato di Londra assegna all’Italia. […] Inoltre, l’on. Bissolati vorrebbe che le nuove frontiere d’Italia non includessero elementi di altre nazionalità e sarebbe perfino contrario a spingere il confine alpino fino al Brennero."

Il dissenso in seno al governo italiano venne riportato anche dalla stampa a nord del Brennero. Il quotidiano Allgemeiner Tiroler Anzeiger del 10 gennaio 1919 scrive:
"Giungono notizie che il ministro Bissolati si sia dimesso primo dell'arrivo di Wilson [il presidente americano Wilson arrivó in Italia il primo di gennaio 1919]. Il conflitto esploso all'interno del governo é serio. [...] [Bissolati] spiega a un inviato del "Morningpost" di essersi dimesso, perché non era riuscito a convincere [il ministro degli esteri] Sonnino, di rinunciare al punto del trattato di Londra che concede all'Italia la Dalmazia e [...] il Sudtirolo fino al Brennero. Bissolati é convinto che l'Italia debba soprattutto cercare di stabilire buoni rapporti con i suoi vicini."

Leonida Bissolati tentó di esporre le sue idee di pace con un discorso alla Scala di Milano l'11 gennaio 1919. Il suo intervento venne peró disturbato da urla e schiamazzi di un gruppo di ex combattenti e nazionalisti guidati da Benito Mussolini e Filippo Tommaso Marinetti, che gli impedirono di parlare.

 





Immagine: sentinella italiana al Brennero, anni 30.





[10.01.2019 Thomas Sinha]

Altri articoli di questa categoria