La partenza del reggimento salisburghese – l'affettuoso commiato dei bolzanini

Contemporaneamente: "L'esercito tedesco nel Tirolo settentrionale"

Il 3 novembre 1918 venne firmato l'Armistizio di Villa Giusti, lo stesso giorno truppe italiane entrarono a Trento senza alcun combattimento. I soldati dell’esercito austroungarico cercavano di tornare verso le loro rispettive case in completo disordine, dimostrandosi un grande peso per la popolazione civile. Solo la comparsa del prestigioso reggimento di fanteria numero 59, composto da soldati salisburghesi, riuscí a ripristinare l'ordine pubblico.

Il quotidiano Der Tiroler del 9 novembre 1918 descrive la partenza del reggimento salisburghese:
"Dopo esser stati avvicendati nel servizio di ordine pubblico dagli italiani entrati a Bolzano, il reggimento di fanteria no. 59, che ha reso ottimo servizio alla città di Bolzano ed i suoi abitanti, proteggendola dai saccheggi di orde sfrenate, ha lasciato la nostra città giovedì [7 novembre 1918] alle due pomeridiane, per raggiungere in marcia il Brennero e tornare a Salisburgo [...]. Il reggimento ha fatto adunata presso l'albergo 'Sonne', per poi marciare attraverso la città in armi, con bandiera e musica. La popolazione ha dato un affettuoso commiato ai bravi soldati del 59esimo [...]. Nella Laubengasse [Via Portici] il reggimento ha avuto in dono fiori e sigarette come ringraziamento per la protezione di vita e proprietà, in un momento nel quale orde ungheresi minacciavano di bruciare la cittá."

Il reggimento no. 59 fu l'ultimo reparto austriaco a lasciare il Sudtirolo perfettamente inquadrato - armato, con bandiera e banda reggimentale.

Sempre il 9 novembre Der Tiroler descrive la situazione dell'ordine pubblico nel Tirolo settentrionale:
"Dato che pareva impossibile proteggere le località lungo la ferrovia e le strade principali contro saccheggiatori in transito, il Consiglio Nazionale Tirolese ha richiesto l'aiuto militare tedesco per ripristinare l'ordine pubblico. I primi reparti tedeschi sono giunti in Tirolo settentrionale per garantire l'ordine. L'armistizio con l'Italia stabilisce che le forze armate tedesche debbano lasciare l'Austria-Ungheria entro 15 giorni dall'armistizio. Fino ad allora anche la Germania avrà senza dubbio un armistizio, quindi non sono previste complicazioni dalla gentile disponibilità tedesca di garantire l'ordine pubblico in Tirolo settentrionale. Si tratta di un servizio assolutamente necessario in questi giorno in Tirolo settentrionale da parte dei nostri alleati tedeschi."





Immagine simbolo: il reggimento di fanteria no. 59 a Trento, 1917 – public domain (con gentile aiuto del Traditionsverband des Salzburger Infanterieregimentes No.59 "Erzherzog Rainer")





[9.11.2018 Thomas Sinha]

Altri articoli di questa categoria